<<<

 

La nostra data di nascita, se vogliamo, potrebbe essere il 7 Giugno 1944 quando Padre Bellincampi s.j. – appena arrivati gli americani a Roma – fondò il Gruppo Scout Roma 39 nella Parrocchia di San Roberto Bellarmino a Roma e, subito dopo il 10 dello stesso mese, il Gruppo scout Roma 28 * presso il Collegio San Gabriele.

In effetti, la Fondazione P. Bellincampi Onlus è stata costituita nel Giugno del 2001, ma è nata nel ricordo del gesuita Padre Audax Luigi Bellincampi con l’intento di tramandarne la memoria e di trasmetterne insegnamenti. Padre Be’ (così lo chiamavano i suoi ragazzi), soprattutto nello scoutismo, ma anche nella attività in parrocchia, nell’insegnamento scolastico e come assistente ecclesiastico del Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II di Roma, contribuì alla formazione umana di migliaia di giovani, promuovendo in loro un autentico spirito di servizio.
Questo spirito di servizio ha indotto alcuni dei suoi ex-ragazzi a fondare dapprima l’Associazione Amici di Padre Be’ (1988) e, in secondo momento la Fondazione, nata con l’obiettivo di aiutare i giovani in condizione di malattia, disagio o necessità e per lasciare a coloro che verranno un ricordo tangibile del sacerdote del quale porta il nome.
Tante le iniziative sviluppate a favore dei giovani nel corso degli anni, ma forse la più importante è stata ed è quella centrata sui tanti, tantissimi bambini/ragazzi – gravemente ammalati - che giungono a Roma, accompagnati dalle mamme, per farsi curare presso gli ospedali della città dal momento che nei loro Paesi di origine non esistono strutture sanitarie adeguate.
Si doveva dar loro la possibilità di essere accolti ed ospitati gratuitamente in una struttura idonea alle loro necessità. A questo scopo la Fondazione ha ottenuto dal Comune di Roma un edificio fatiscente sito all’interno del Parco di Bellosguardo (quartiere Aurelio), lo ha ristrutturato con un grosso impegno finanziario anche grazie ad un lascito e a donazioni di privati e lo ha affidato per la gestione alla Associazione Kim Onlus che da oltre quindici anni accoglie ed ospita bambini ammalati che giungono da ogni parte del mondo. Ad oggi ne sono stati accolti oltre 200 con richieste provenienti da 54 Paesi.

E’ sorto, così, ed è stato inaugurato nel Maggio del 2006, il CENTRO BELLINCAMPI – CASA DI KIM.

Le richieste di accoglienza sono sempre più numerose, per questo motivo la Fondazione ha richiesto – per più anni – al Comune di Roma l’assegnazione di un appartamento in un altro edificio, prospicente il primo, e lo ha ottenuto nel Maggio del 2013. A Luglio 2014 sono iniziati i lavori di ristrutturazione anch’essi molto impegnativi dal momento che lo stabile è in stato di totale abbandono da oltre 40 anni. A lavori terminati, l’appartamento sarà a sua volta dato in gestione alla Associazione Kim Onlus che vedrà così aumentata del 50% la sua capacità di accoglienza.

Tra gli altri progetti che la Fondazione ha contribuito a realizzare, un campo base per un Gruppo Scout nel Matese. Una ulteriore iniziativa importante è stata ed è quella di affiancare l’opera di Padre Nicola Masi s.x. (già Assistente Ecclesiastico del Gruppo scout Roma 28) presso la Missione di Abaetetuba nel Parà (Amazzonia) dove ha realizzato scuole professionali per ragazzi e ragazzi al fine di dar loro un futuro di lavoro.


* Vedi pagina dedicata