Chi siamo

La Fondazione Padre Bellincampi Onlus nasce nel Giugno 2001 attorno ad un lascito destinato a perpetuare la memoria del sacerdote del quale porta il nome. A costituirla sono stati un gruppo di professionisti, “ex giovani” che, in epoche diverse, hanno maturato la loro formazione nel rapporto con lui. Padre Be’ – così lo chiamavano i suoi ragazzi, soprattutto nello scoutismo, ma anche nella attività in parrocchia – contribuì alla formazione umana di migliaia di giovani, promuovendo in loro un autentico spirito di servizio.

Nell’ Ottobre 2020, è stato coinvolto un gruppo di ragazzi ex scout del Roma 28 chiedendo loro la disponibilità ad entrare nel Consiglio Direttivo della fondazione per dare nuova linfa ed energie, facendosi carico degli incarichi che sono stati ricoperti dai fondatori fino ad oggi. In 11 hanno accettato la proposta con entusiasmo. Condividono pienamente i valori che contraddistinguono 

 

la fondazione e con impegno ed entusiasmo vogliono portare avanti non solo il principale progetto del CENTRO BELLINCAMPI-CASA DI KIM sviluppato insieme all’Associazione Kim Onlus ma anche intraprendere nuove strade nel solco dell’importante eredità che è stata lasciata loro.


Gli organi direttivi ed esecutivi della Fondazione sono garantiti esclusivamente da volontari accumunati da passate esperienze nello scoutismo.


Per il conseguimento dei propri scopi, la Fondazione, promuove raccolte pubbliche di fondi anche mediante offerte di beni di modico valore da parte dei scoi e dei sostenitori.

 

Mission

La Fondazione persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale e beneficenza, operando nei settori dell’assistenza sociale e sociosanitaria, istruzione e formazione con particolare riguardo ai minori e agli adolescenti, nonché finalità di tutela e valorizzazione della natura e dell’ambiente.La Fondazione intende riallacciarsi ai valori morali di Padre Audax Luigi Bellincampi S.J., fondatore di diversi Gruppi Scout a Roma nel secondo

dopoguerra, perpetuando, con esplicazione di concreta attività, il suo testamento spirituale.
A tal fine la Fondazione si propone di fornire sostegni morali e materiali ai giovani con specifico riferimento alla crescita spirituale, all’educazione, al servizio, agli studi, all’inserimento professionale, alla riscoperta dei valori della natura e dell’ambiente.